.
Annunci online

Link

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte


POLITICA
I want you!
3 dicembre 2009

 

 Si voglio proprio te.

Se sei uno dei 750.000 elettori che hanno votato Radicale alle europee del 2009 nonostante la comunicazione televisiva RAI/Mediaset e quella della stampa e dei potenti media del bipartito di regime, vuol dire che sei un Folle o un Santo (laico) o un Radicale Vero e voglio proprio te.
Non mi accontento più del tuo voto, quello continuerai a darlo ai Radicali Italiani o a chi riterrai meritevole, ma voglio il tuo impegno e sai che non ti puoi esimere perché 60 anni di partitocrazia sono troppi anche per i Santi, per i Folli e soprattutto per un Radicale Vero ed è per questo che voglio proprio te.
Sugli 8.000 comuni italiani ci sono 100 Radicali Veri per comune come te e solo con una mobilitazione democratica di questa base possiamo liberarci da questo infame Regime partitocratico. E voglio almeno un Radicale Vero per ogni comune italiano, per ogni circoscrizione delle grandi città che aggreghi gli altri 100 in modo democratico. Mandami una mail o commenta questo appello con il tuo nome, cognome, CAP e comune di residenza. Fondiamo insieme questo Comitato Nazionale di Liberazione dall’infame Regime partitocratico. E’ per questo che voglio proprio te.
 Non è più tempo di chiedersi: perché i Radicali nonostante la loro storia e il consenso maturato sulle loro battaglie in Italia e nel mondo non siano riusciti a capitalizzare un adeguato consenso elettorale. E’ tempo di trasformare il partito carismatico in un partito democratico o di affiancare al primo un partito democratico radicato sul territorio.  Avremmo finalmente una Italia diversa e tu, Radicale Vero, lo sai. E’ per questo che non ti puoi sottrarre ed è per questo che voglio proprio te.
  

 Se sei un simpatizzante radicale ma non ci hai votato alle europee perché hai temuto di disperdere il tuo voto sappi che hai contribuito, dopo trenta anni, ad eliminare i Radicali dal parlamento europeo che sono stati tra i pochi parlamentari italiani superattivi ed apprezzati. Molti candidati di altri partiti, uno per tutti Michele Santoro, pur valente come professionista, non hanno mai considerato quel luogo il tempio del nostro futuro. Nel loro DNA, a destra, come al centro, come a sinistra, non hanno un Altiero  Spinelli. Non è colpa loro. Subito dopo la campagna “Emma for president” prendemmo l’8% dei voti alle elezioni europee quindi so che i simpatizzanti sono 2-3 milioni. Col CNL Radicale Democratico non disperderemo neanche un voto ed è per questo che voglio anche te.

Il CNL Radicale Democratico sarà un partito leggero e prevalentemente telematico con l’opportunità per gli iscritti di incontrarsi e conoscersi in modo autogestito. Con un riferimento Radicale per ognuno degli 8.000 comuni italiani, scelto inizialmente sulla base della disponibilità data e immediatamente dopo dalla base in assemblee locali. Aperto a chiunque decida di spodestare, defenestrare, in modo simbolico perché siamo e saremmo sempre nonviolenti, rispettosi e paladini delle leggi, questo infame Regime partitocratico. Se è questo che desideri e in questo vuoi impegnarti sei proprio la persona che cerco. Voglio proprio te.
Appena avrò 100 manifestazioni di interesse inizieremo a elaborare insieme, in rete, lo statuto. Come prima idea ritengo che possa essere simile a quello Radicale con le opportune modifiche che prevedano il radicamento territoriale. Ma lo decideremo insieme democraticamente. Dovremmo superare questa fase entro dicembre. All’uopo, oltre al nome, cognome, CAP e comune di residenza, nella mail sarebbe opportuno indicare una propria competenza: giuridica, informatica, giornalistica, ecc. Per un più utile utilizzo delle risorse che daranno la loro disponibilità. E’ per questo che ti chiedo di inviarmi una mail o di commentare questo post. Ho bisogno di te. Senza distinzione di genere, di età, di fede. di etnia... Se condividi ciò che sto scrivendo voglio proprio te.

 

 Se fai parte di quella maggioranza degli italiani che ha condiviso le lotte Radicali, che ha votato il referendum contro il finanziamento pubblico dei partiti (oltre il 90% degli italiani), quello sul divorzio, quello sull’aborto, quello sul nucleare … Se ti ha commosso e aperto gli occhi sulla malagiustizia il caso Tortora, se conosci Antonio Russo, se ti ha inorgoglito che quattro gatti italiani abbiano promosso il Tribunale Internazionale dei Crimini Contro l’Umanità e la Moratoria contro la pena di Morte, se Luca Coscioni … se Welby … se Eluana Englaro… se… se… è una storia troppo lunga fatta di digiuni mentre l’infame partitocrazia gozzovigliava e gozzoviglia tutt’ora.. se ritieni che proporre la candidatura di Marco Pannella al Nobel per la Pace sia un giusto tributo ad una vita spesa su questi valori, se ritieni che Emma è scandalosamente la donna politica italiana più in gamba che ci sia… 

… ho voglia anche di te.
Anche se da venti anni voto radicale io mi vergogno di non aver fatto di più e di vedere in che condizioni ha vissuto l’Italia per 60 anni, in che condizioni ci troviamo in questa seconda repubblica e in quali mani potrebbe cadere la terza. Mi vergogno di non avere preso di più l’esempio da Marco, Emma, Sergio, Adelaide, Antonio, Mariateresa, Luca, Rita, Lorenzo, Adele…. ed è per questo che immeritatamente ne elogio le gesta, ed è per questo che voglio anche te. Perché non possiamo lasciare più soli questi combattenti solitari. E’ per questo che voglio te. 

Se senti leggendo ciò che io sto sentendo scrivendo, ti pretendo. Questa è una chiamata alle armi! Alle armi della non violenza, alle armi della democrazia, alle armi di una storia che non teme confronti, alle armi di un movimento che in sessanta anni non ha mai dovuto cambiare nome e non ha mai dovuto vergognarsi di ciò che ha fatto. Ma che si vergogna solo di ciò che non è riuscito a fare così come mi vergogno io di ciò che non ho fatto e avrei potuto fare e come ti vergogni tu. Per non vergognarci più della nostra società, della nostra politica, della nostra responsabilità. E’ per questo che ti voglio. Guarda per un attimo gli occhi di I WANT YOU.... e ti guarderai allo specchio. E' uno sguardo severo. Perchè tu sai, come io so, che non abbiamo fatto nulla... o non abbiamo fatto abbastanza. E' per questo che I want you.

 Se non condividi l’approccio radicale ma vuoi cancellare questo regime partitocratico ti voglio. Sono consapevole che militare in un movimento porta a esaltarne i pregi. Questo è valido sempre. Guardare gli stessi avvenimenti da una ottica diversa li deforma, da una appartenenza altra, da una visione della vita anche solo simile li cambia quegli stessi avvenimenti. Ma a tutto c’è un limite e di limiti ne abbiamo e ne stiamo superando troppi e sono troppo evidenti anche per chi ha estrazioni e appartenenze diverse. E’ per questo che ti voglio.

Durante il VII Congresso Italiano del Partito Radicale Nonviolento Transnazionale Transpartito , che si è tenutoil 28 febbraio 2009 a Chianciano, ho portato avanti le mie istanze con un breve intervento: gestione democratica per allargare la base dei militanti e radicamento territoriale con partecipazione a tutte le consultazioni elettorali. La sensazione di impotenza dovuta all’esiguo numero di iscritti e all’isolamento della mia posizione, mi ha indotto ad alcune azioni sulle quali non mi dilungo e a vagare per il web per verificare se quella visione fosse solo mia. Mi sono imbattuto in una assemblea degli autoconvocati del PD, introdotta da una fantastica Estella Marino, che per le tematiche degli interventi sembrava una continuazione del congresso radicale. Anche quegli autoconvocati, non a caso autoconvocati, compressi da un partito distante; occupato da altro e in altro. Se non altro nel P.R. l’altro è molto, a volte troppo, alto. E poi vagando nel web… Agende Rosse, Grillini, Blog, Ambientalisti… L’Italia lontana dai palazzi e molto migliore di quella che vedete, tranne poche eccezioni, ogni giorno in TV. Che vedete perché io l’ho spenta e vi invito a fare lo stesso. Incontriamoci sul web.

L’ho chiamato Comitato Nazionale di Liberazione non a caso. E’ esteso e aperto a tutti coloro che vogliono farla finita con questo Regime. Costruiamolo insieme. Io ti voglio.

  

 Perché chiudo con lei? Ho rivisto due volte il post e quello sguardo è ficcante ed efficace ma mi stava incupendo. By

Nicola

  

Inserisci un commento o invia una mail a nicola.magaletti@tiscali.it

 

sfoglia